Principali variazioni al servizio RID

Principali variazioni al servizio RID

A seguito di quanto previsto dal D.Lgs. (27/1/2010 n.11, di recepimento della Direttiva 2007/64/CE) e dal conseguente aggiornamento delle procedure interbancarie operative dal 5 luglio 2010, il servizio riferito a tutti i RID con scadenza successiva al 02 Luglio 2010 ha subito importanti modifiche:

LATO CREDITORE:
- i RID Utenze e i RID Commerciali confluiranno nell'unica nuova tipologia RID Ordinario;
- per garantire la corretta domiciliazione sulla banca del debitore alla scadenza concordata, le disposizioni di RID Ordinari devono essere effettuate secondo le seguenti tempistiche:
  • presentazione cartacea: 10 giorni lavorativi prima della scadenza, entro l'orario di chiusura al pubblico dello sportello
  • presentazione magnetica: 9 giorni lavorativi prima della scadenza, entro l'orario di chiusura al pubblico dello sportello
  • presentazione telematica: 6 giorni lavorativi prima della scadenza, entro le 13:30 in giorni lavorativi, entro le 10:15 in giornate semifestive (solo la presentazione entro detti orari garantisce la lavorazione nei termini indicati)

- le disposizioni di incasso RID già scadute non potranno più essere presentate alla Banca;
- le disposizioni di incasso RID veloce potranno essere utilizzate esclusivamente nei casi in cui sia il creditore che il debitore siano qualificati come "non consumatore" o "microimpresa" ai sensi del D.Lgs. 11/2010. I clienti classificati come "consumatore" potranno presentare solo RID Ordinari;
- le disposizioni di RID Veloci devono essere effettuate secondo le seguenti tempistiche:

  • presentazione cartacea: 7 giorni lavorativi prima della scadenza, entro l'orario di chiusura al pubblico dello sportello
  • presentazione magnetica: 6 giorni lavorativi prima della scadenza, entro l'orario di chiusura al pubblico dello sportello
  • presentazione telematica: 1 giorno lavorativo prima della scadenza, entro le 11:15 in giorni lavorativi, entro le 9:00 in giornate semifestive (solo la presentazione entro detti orari garantisce la lavorazione nei termini indicati)

l'accredito in conto delle disposizioni RID Ordinari e Veloci presentati all'incasso avverrà in data e con valuta pari alla data di scadenza;
- l'eventuale insoluto per mancanza fondi di un RID Ordinario sarà addebitato al massimo entro 4 giorni lavorativi dalla scadenza; l'eventuale insoluto di un RID Veloce continuerà invece ad essere addebitato al massimo entro 3 giorni lavorativi dalla scadenza

LATO DEBITORE:

- cesserà la distinzione fra RID Utenze e RID Commerciale, che confluiranno nel RID Ordinario;
- l'addebito in conto avverrà il giorno di scadenza del RID, con pari valuta;
- i RID Ordinari non pagati entro il 2° giorno lavorativo successivo alla scadenza saranno segnalati insoluti alla Banca del creditore;
- le disposizioni di incasso RID veloce potranno essere utilizzate esclusivamente nei casi in cui sia il creditore che il debitore siano qualificati come "non consumatore" o "microimpresa" ai sensi del D.Lgs. 11/2010.

 

Accesso ai servizi online

  • Servizio Clienti 800.500.200